Dati sulle spedizioni in Italia nel 2024 - Delivery Index eCommerce - Qapla' Blog
Share:

Delivery Index eCommerce: dati sulle spedizioni in Italia nel 2024

Il Consorzio Netcomm ha presentato i dati aggiornati sulle spedizioni italiane nel 2024, all’interno della seconda edizione del Delivery Index eCommerce, in collaborazione con Poste Italiane. Lo scenario che emerge è decisamente positivo, sia per quanto riguarda la crescita dei volumi che la soddisfazione dei consumatori sulle consegne. 

È interessante per ogni merchant comparare il proprio andamento e le performance di spedizione con i dati nazionali, in modo da avere un benchmark significativo. Analizziamo quindi:

Nel primo trimestre del 2024, il volume delle spedizioni eCommerce in Italia è cresciuto del +13,5%, rispetto al primo trimestre dello scorso anno, secondo le rilevazioni del Delivery Index eCommerce di Aprile 2024. Il totale di spedizioni censite nel primo quarter dell’anno sono state oltre 186 milioni. Ci sono differenze significative tra le differenti aree del Paese: nel Centro sono aumentate di 1,2 punti percentuali, nel Nord-Est e nel Sud peninsulare rispettivamente sono salite di 0,5 e 0,2 punti percentuali, mentre nel Nord-Ovest e nelle isole sono diminuite rispettivamente di 0,6 e 1,3 punti percentuali. Questa è la distribuzione attuale delle destinazioni delle spedizioni eCommerce in Italia:

  • Nord-Ovest: 28,8%
  • Nord-Est: 21,7%
  • Centro: 19,6%
  • Sud: 20,6%
  • Isole: 9,3%
Poco più della metà degli acquisti online in Italia proviene dunque dal Nord (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna), ma il Centro sta guadagnando posizioni. 

Tra i principali merchant, la fa ancora da protagonista Amazon, anche se ha perso 3,8 punti percentuali sul totale del mercato rispetto a un anno fa. Questo ci può indurre a pensare a un aumento delle quote di mercato di store che non siano tra i main player o di altri marketplace. Si tenga conto perà che la concentrazione di mercato è ancora altissima: l’80% degli acquisti online avvengono su uno dei 10 eCommerce più popolari (tendenza ancor più netta nei settori home e editoria). Questa la classifica dei 15 principali store in termini di spedizioni in Italia: 
 
  1. Amazon
  2. Zalando
  3. Shein
  4. Temu
  5. Vinted
  6. E-Bay
  7. Zooplus
  8. Aliexpress
  9. Unieuro
  10. Redcare
  11. Notino
  12. Esselunga
  13. La Feltrinelli
  14. Farmaè
  15. Nike
In questa lista si segnala in particolare Temu, che con le sue politiche aggressive di acquisizione di nuovi clienti, ha guadagnato 2,2 punti percentuali rispetto a un anno fa.
 
Dati sulle spedizioni eCommerce in Italia - Qapla' Blog

Il settore trainante delle vendite online in Italia è l’Abbigliamento, che genera il 19,8% delle spedizioni totali, secondo il Delivery Index eCommerce 2024. Al secondo posto si posiziona il settore “Libri, DVD, CD” con il 9,7% delle spedizioni, a seguire, con percentuali tra il 7 e l’8%, Elettronica, Prodotti per Animali, Enogastronomia, Smartphone, PC e Tablet.

Ragionando per macro-categorie, questa è la classifica dei settori per spedizioni generate: 

  1. Abbigliamento, sport e accessori: 23,3%
  2. Informatica ed Elettronica di consumo: 18,4%
  3. Health and Beauty: 17,6%
  4. Arredamento and Home Living: 8,6%
  5. Editoria: 7,9%
  6. Food & Grocery: 6,3%
  7. Altro: 18%
Oltre il 90% degli acquisti proviene dai top 10 merchant per le macro-categorie di Editoria, Arredamento and Home Living e Informatica ed Elettronica di consumo. La media che considera tutte le macro-categorie è del 75,2%, una percentuale veramente consistente che evidenzia le sfide di differenziazione per store medio-piccoli ma anche di grandi dimensioni. Una delle vie per sorprendere e trattenere i clienti eCommerce contesi dai main players passa senz’altro dalla qualità della Delivery Experience
Spedizioni presso punti di ritiro - Qapla' Blog

Solo una minoranza degli store consente la scelta tra differenti modalità di consegna: home delivery oppure out-of-home (ovvero punti di ritiro di vario genere). Ad oggi, l’81,5% delle spedizioni avviene presso case o uffici, mentre il 18,5% utilizza punti di ritiro, trend in netta crescita negli ultimi anni. Considerando tutti i 968 merchant esaminati nella ricerca presentata da Consorzio Netcomm, sia quelli che consentono l’out-of-home sia quelli che non lo consentono, questa è la ripartizione delle spedizioni per destinazione

  • a casa: 72,5%
  • in ufficio: 6%
  • a casa altrui: 3,1%
  • punti di ritiro: 11,7%
  • locker: 3,7%
  • negozi del brand: 1,5%
  • uffici postali: 1,4%
I 3 settori con maggior incidenza di consegne out-of-home sono Informatica ed Elettronica (23,2%), Editoria (22,9%), Abbigliamento, sport e accessori (20%).

La media dei resi rispetto al totale delle spedizioni in Italia è del 5,9% e varia molto in base alla categoria merceologica. La macro-categoria con maggior incidenza di resi è Abbigliamento, sport e accessori (11,3%), un’altra sopra la media è Informatica ed Elettronica di consumo (7,9%). Sono relativamente basse le quantità di resi, invece, nell’Editoria (3,1%) e nell’Health and Beauty (2%).

La diffusione dei resi cambia anche secondo le aree geografiche. Guida la graduatoria il Centro Italia (7%), a seguire il Sud Italia (6,8%), dove è cresciuta di più rispetto allo scorso anno (+2,4 punti percentuali). Sono in linea con la media nazionale il Nord-Ovest (5,5%) e il Nord-Est (5,7%), mentre la percentuale si abbassa nelle Isole (4,4%).

Al di là della loro frequenza, anche l’esperienza di reso ha il suo ruolo nella percezione della Customer Experience complessiva, per questo gestire i resi eCommerce con cura contribuisce alla fidelizzazione dei clienti.  

Il tempo medio di spedizione in Italia, secondo la seconda edizione del “Delivery Index eCommerce”, è 3,8 giorni per l’home-delivery e 3,3 giorni per l’out-of-home. La modalità di consegna non influisce di molto, quindi, sulla durata, anche se i punti di ritiro hanno una serie di vantaggi come costi inferiori per i merchant, comodità e riservatezza per gli eShopper, minor impatto ambientale. 

Cambiano le performance a seconda della macro-categoria merceologica: si registra una maggior durata per Abbiglimento, sport e accessori (tra 4,9 e 4,1 giorni) mentre i prodotti Food and Grocery vengono spediti in un tempo medio tra 2,6 e 2,3 giorni, come è normale aspettarsi per articoli deperibili o per cui comunque ci si aspetta un consumo rapido. 

Possiamo dire che le spedizioni eCommerce godono di un’ottima reputazione nel nostro Paese. Dall’indagine risultano alti punteggi di soddisfazione: gli eShopper intervistati hanno attribuito 8,9 punti su 10 alle spedizioni di home delivery e 9 punti su 10 alle spedizioni out-of-home. Eccellono in particolare le consegne dei settori Health and Beauty ed Editoria. Per mantenere un alto livello di soddisfazione sulla fase post-vendita è opportuno monitorare l’andamento delle consegne in modo agile ed efficiente e notificare i clienti in tempo reale con comunicazioni precise e curate, grazie a piattaforme di gestione delle spedizioni come Qapla’.

Share: