Tracking Internazionale
Share:

Tracking Internazionale: monitorare le spedizioni cross-border di più corrieri

Spedisci prodotti all'estero o acquisti da siti web di altri Paesi? Scopri quanto è facile seguire le consegne internazionali, anche se passano da un corriere a un altro lungo il loro percorso. Qui l'esempio di un famoso sito eCommerce italiano di cosmesi.

Seguire il tracking delle spedizioni all’interno di uno stesso Paese non è facile, tenendo il polso di tutti i problemi e segnalazioni di più corrieri in contemporanea. Se si tratta, poi, di tracking internazionale, ovvero di tracciare gli spostamenti dei pacchi tra un Paese e un altro, la faccenda si complica non poco. Scopriamo come tutto questo può essere realizzato in modo semplice ed efficace, agevolando la vita degli eCommercecross-border“, dove l’internazionalizzazione fa parte della strategia di crescita.

Tracking Internazionale: come seguire le spedizioni cross-border?

Nel mondo globalizzato, è ormai un’abitudine consolidata per il consumatore acquistare articoli da negozi stranieri. Anzi, spesso, neanche ci accorgiamo di essere su uno store di un altro Paese, tanto sono ben realizzati la traduzione, i prezzi con la valuta interna e tutti gli aspetti di user experience legati alle aspettative di uno eShopper di un determinato segmento geografico.

tracking-internazionale-dogana

Il momento dove più salta all’occhio la “distanza” è, senza dubbio, quando si origina la spedizione. Il più delle volte, questi eCommerce utilizzano più di un corriere per una medesima spedizione e questo, se non opportunamente gestito, può creare il caos nella testa del destinatario, che già vive con ansia e trepidazione le consegne all’interno dello stesso suo Paese.

Aggiungiamo che le spedizioni internazionali sono mediamente più costose e incontrano maggiori ostacoli da superare, come le dogane (in caso di paesi non facenti parte dell’Unione Europea) o il cambio di corriere da un Paese all’altro.

Tuttavia, grazie a servizi online di tracking e notifica come Qapla’, sia il merchant che il destinatario finale possono dormire sonni tranquilli anche a fronte di “viaggi” lunghi e travagliati della merce ordinata.

Qui sotto un esempio di come viene visualizzato il tracciamento di una consegna che, partita dall’Italia (l’eCommerce del ramo cosmetica in questione è italiano) ha attraversato la Germania, come “Paese di Transito”, con il corriere Asendia Europe e poi è stata affidata a Poste Italiane per raggiungere la destinataria in Grecia.

tracking-page-internazionale
Tracking Page Qapla’ di spedizione internazionale con cambio corriere Asendia – Poste Italiane

L’utente in questione, accedendo alla Tracking Page Qapla’, può visualizzare in tempo reale in quale nazione e sede si trova il pacco che sta attendendo; potrà inoltre capire quale corriere ha preso in carico in quel momento la spedizione e molto altro. Il consumatore non solo può tranquillizzarsi avendo sott’occhio in ogni momento la situazione, ma, in questo stato di “maggior relax”, è ben disposto a ricevere consigli su altri acquisti o messaggi di branding, promozionali o “chiamate all’azione” (call-to-action, ad esempio “iscriviti alla newsletter” o “lascia una recensione”). In questo articolo sul nuovo editor di tracking page, potrai iniziare a configurare una tracking page completamente personalizzabile!

Cosa funziona il cambio di corriere per un eCommerce?

L’eCommerce che deve effettuare una spedizione cross-border (ovvero fuori dai confini nazionali) deve preoccuparsi solo di contrattare con il trasportatore di partenza. Sarà onere di quest’ultimo far giungere la merce nel Paese di destinazione, servendosi di uno o più corrieri locali (di solito, servizi di posta nazionali).

Seguiamo l’esempio in questione: l’eCommerce italiano riceve un ordine da un cliente greco. Il merchant ha un accordo con il corriere internazionale Asendia Europe che si occuperà di recapitare il collo fino in Grecia, ma non direttamente. Una volta giunta nell’hub in Germania, la spedizione di Asendia Europe “si interrompe” e ne viene generata una nuova, con diverso tracking number. Poste Italiane prende in carico questa nuova spedizione e consegnerà il pacco dalla Germania al destinatario finale in Grecia. L’eCommerce non avrà a che fare con questa variazione ma potrà seguirla su una soluzione SaaS di monitoraggio e engagement post-vendita, come Qapla’.

Sulla piattaforma saranno visualizzabili una “spedizione padre” e una “spedizione figlio“. La spedizione padre è sempre quella del primo corriere (quello scelto dall’eCommerce, nell’esempio Asendia Europe) e la figlio è la successiva, quella del corriere che “suona alla porta del destinatario” (in questo esempio Poste Italiane). Su Qapla’ si genera una “spedizione figlio” qualora venga ricevuta – tramite webservice del corriere – una richiesta di un nuovo tracking number; da quel momento viene tracciata solo la “spedizione figlio”. La “spedizione padre” viene aggiornata e “chiusa” in automatico solo quando si è conclusa la “figlio” (stato del tipo “Consegnato” o “Punto di Ritiro”).

Qui sotto si possono osservare come appaiono le 2 spedizioni, una successiva all’altra:

spedizione-padre-qapla
“Spedizione padre”, come appare sul control panel di Qapla’

 

spedizione-figlio-qapla
“Spedizione figlio”, come appare sul control panel di Qapla’

Grazie ad un control panel unico e uniformato come quello di Qapla’ è possibile monitorare lo stato della spedizione anche se “spezzata” in più passaggi. Tutto questo, senza dover saltare da un sito di un corriere a un altro. Il vantaggio si amplifica nel momento in cui l’eCommerce, come spesso accade, utilizza più di un trasportatore “di partenza”, a seconda del Paese o regione di destinazione.

Rintraccialamiaspedizione.it: un salvagente per chi compra online da eCommerce stranieri (e non)

Passiamo adesso dalla parte del consumatore, che ha acquistato dall’estero ma spesso non sa chi sarà a consegnargli il prodotto. Esistono dei siti web specializzati a rintracciare in ogni istante il pacco, sia a livello nazionale che internazionale: uno di questi è Rintraccialamiaspedizione.it

I motivi principali per andare su Rintraccialamiaspedizione.it sono:

  1. avere la certezza di qual è il corriere a cui è affidata effettivamente la spedizione;
  2. sapere dove si trova il pacco in tempo reale: in quale Paese e quando vi è arrivato;
  3. capire qual è il suo stato (cioè “partito”, “in lavorazione”, “in consegna”, …).

Sebbene suoni strano, può accadere spesso di non conoscere il vettore di una spedizione. Può essere, ad esempio, il caso di un venditore che spedisce un pacco fornendo solo il numero di tracciamento.

Ecco come il cliente finale visualizza le 2 spedizioni (“padre” e “figlio”, rispettivamente nel primo e nel secondo screenshot qui sotto) su Rintraccialamiaspedizione.it, inserendo i 2 tracking number:

qapla
tracking-page-internazionale

Anche per il tracking internazionale le soluzioni sono a portata di click: è possibile “rimanere zen” senza perdersi niente.

Immagine di copertina creata da vectorpouch e tratta da Freepik.

© Blog Qapla’, Riproduzione riservata

Share: